Raffaele Cesaro

raffaele.cesaro[at]unina.it

Assegnista in: TESTI, TRADIZIONI E CULTURE DEL LIBRO. STUDI ITALIANI E ROMANZI (TTCL)

Titolo del progetto di ricerca: Il 'Contrasto delle donne' di Antonio Pucci. Edizione critica e commento


Raffaele Cesaro (Salerno, 1988) si è formato presso l’Università di Napoli ‘Federico II’ (2008-2013) e nel 2017 ha conseguito il dottorato di ricerca in Studi letterari, linguistici e storici presso l’Università di Salerno, sotto la guida di Laura Paolino, con l’edizione critica e commentata delle rime del poeta trecentesco Gano da Colle. Presso il medesimo ateneo è risultato vincitore di un assegno di ricerca (2018-2021) e ha svolto incarichi di docente a contratto di corsi integrativi di Letteratura italiana e di cultore della materia per gli insegnamenti di Filologia italiana, Filologia dantesca e Letteratura italiana. Dal 2020 è tra i collaboratori all’edizione critica delle Rime disperse di Francesco Petrarca, progetto diretto da Roberto Leporatti presso l’Università di Ginevra, dove è stato docente a contratto del corso di Letteratura italiana del Medioevo e del Rinascimento. I suoi interessi di ricerca si concentrano intorno alla storia e alla tradizione della letteratura tre-quattrocentesca, con particolare riguardo allo statuto dell’elegia volgare, alle forme della poesia popolare e a testi misogini.

Raffaele Cesaro (Salerno, 1988) completed in 2013 his BA/MA at the University of Naples ‘Federico II’ and in 2017 he earned a PhD in Literary studies from the University of Salerno with a dissertation on the Tuscan poet Gano da Colle (tutor prof. Laura Paolino). He was research fellow at the University of Salerno (2018-2021) and since 2020 he has been collaborator on the project of critical edition of Petrarch Rime disperse (Université de Genève). His research interests focus on Italian literature between 14th and 15th century, with particular reguard to elegiac genre, popular poetry and misogynistic writings.

Il progetto mira a procurare l’edizione critica e commentata del Contrasto delle donne di Antonio Pucci, unica opera in ottave di sicura attribuzione pucciana ancora in attesa di un’edizione scientificamente fondata. Il poema, in cui due voci maschili, l’una in accusa e l’altra in difesa, dibattono sul genere femminile, presenta molteplici elementi di interesse sotto il profilo letterario, linguistico e culturale. Il lavoro intende indagare la tradizione manoscritta e a stampa dell’opera e allestire un commento in grado di addurre nuovi dati alla conoscenza di questa poesia dialogica, di collocare l’opera nel quadro della produzione pucciana e individuarne le possibili fonti. L’insieme di questi elementi aiuterà a precisare il quadro del dibattito misogino tra XIV e XV secolo, già individuato da Carlo Dionisotti come uno dei motivi fondamentali della cultura italiana umanistico-rinascimentale.

The project aims at providing the critical edition of Antonio Pucci Contrasto delle donne. The poem, in which two man debate on women, one in charge and the other in defense, shows multiple elements of interest from a literary, linguistic and cultural point of view. The critical text shall be accompanied with a commentary, which will place the poem within Pucci’s production, identify its possible sources and help deepening the knowledge of the misogynistic debate between 14th and 15th century, indicated by Carlo Dionisotti as one of the fundamental pattern of fifteenth-century Italian culture.

Monografie

• Lodovico Bartoli, Corbaccino, edizione critica e commento a cura di Raffaele Cesaro, Bologna, Commissione per i testi di lingua, 2021.

Articoli in rivista

Due frottole tra le Disperse di Petrarca: Accorr’uomo, ch’i’ muoio! e I’ ò tanto taciuto, in corso di valutazione per «Studi di filologia italiana».
La Cardarella di Giustiniano Nelli, in corso di stampa per «Filologia e critica».
Amanti e traditrici nella cerchia di Landino? Il cantare misogino Or mi posso doler di te, Tubìa, in «Italianistica», 2022, pp. 53-70.
Due nuovi testimoni manoscritti del Contrasto delle donne, in «Italia medioevale e umanistica», 2021, pp. 333-342.
Un volgarizzamento in terza rima del colloquio tra Didone e Anna (Aen. IV, 1-55), in «Giornale storico della letteratura italiana», 2021 (CXCVIII), pp. 415-433.
Un anonimo imitatore del Saviozzo. I serventesi inediti Alto signor, in cui lo spirto e l’alma e O magnanima donna e volerosa, in «Studi e problemi di critica testuale», 2021 (CCII), pp. 93-125.
Moralizzazioni del mito nei lamenti d’amore del tardo Trecento, in «Rassegna europea di letteratura italiana», 2019 (LIII-LIV), pp. 213-224.
Osservazioni sul ʻTrattato del Cardarelloʼ, in «Studi e problemi di critica testuale», 2019 (XCVIII), pp. 103-135.
Echi del Corbaccio nella narrativa di Federigo Tozzi, in «Nuova rivista di letteratura italiana», 2019 (XXII), pp. 133-147.
Un volgarizzamento ovidiano in versi, in «Filologia italiana», 2018 (XV), pp. 77-123.
In margine alla fortuna del Corbaccio: parodia e invettiva misogina in una canzone del tardo Trecento, in «Interpres», 2018 (XXXVI), pp. 216-237.
La balia della famiglia Pasci a Colle Val d’Elsa (1348): un documento inedito, in «Archivum mentis», 2018 (VII), pp. 139-159.
La presunta corrispondenza tra Gano da Colle e Francesco Petrarca. Ipotesi sulla Dispersa 24, in «Bollettino dell’Opera del Vocabolario Italiano», 2014-2015 (XIX-XX), pp. 245-260.

Articoli in volume

«…a ragionar del Golfo di Settalia». La metafora erotica del mare nella poesia misogina tra Tre e Quattrocento, in Dante e il mare, Atti del Convegno (Genova, 2-3 dicembre 2019), in corso di stampa.
Per un profilo di Gano di Lapo Pasci da Colle, in Contributi per il 750° anniversario della battaglia di Colle (Colle Val d’Elsa, 2019), in corso di stampa.
Diagnosi e racconto del mal d’amore: «La Cardarella» di Giustiniano Nelli, in Il racconto della malattia, Atti delle sessioni parallele del Convegno internazionale di Studi (L’Aquila, 19-20 febbraio 2020), a cura di Maria Di Maro e Matteo Petriccione, Napoli, Loffredo, 2021, pp. 25-35.
Rifunzionalizzazioni dantesche nella lirica trecentesca: il caso di Gano da Colle, in Intorno a Dante. Ambienti culturali, fermenti politici, libri e lettori nel XIV secolo, Atti del Convegno internazionale di Roma, 7-9 novembre 2016, a cura di Luca Azzetta e Andrea Mazzucchi, Roma, Salerno, 2018, pp. 515-537.
Nota per una preistoria dell’elegia volgare. Soluzioni metriche e strategie retorico-formali in un volgarizzamento ovidiano in versi, in In limine. Forme marginali e discorsi di confine, a cura di Margherita De Blasi, Giulia Imbriaco, Felice Messina, Salvatore Orlando, Valentina Schettino, Napoli, Dipartimento di Studi letterari, linguistici e comparati dell’Università ‘L’Orientale’, 2018, pp. 59-73.

Curatele

Spazi bianchi. Le espressioni letterarie, linguistiche e visive dell’assenza, a cura di Alfonsina Buoniconto, Raffaele Cesaro, Gerardo Salvati, Soveria Mannelli (CZ), Rubbettino, 2019.

Recensioni

• [Rec. a] Le rime disperse di Petrarca. Problemi di definizione del corpus, edizione e commento, a cura di Roberto Leporatti e Tommaso Salvatore, Roma, Carocci, 2021, in «Misure critiche», 2021 (XX), pp. 329-332.
• [Rec. a] Boccaccio, a cura di Maurizio Fiorilla e Irene Iocca, Roma, Carocci, 2021, in «Misure critiche», 2021 (XX), pp. 332-335.
• [Rec. a] Cantare di Giusto Paladino, edizione critica a cura di Vincenzo Cassì, Ravenna, Giorgio Pozzi Editore, 2021, in corso di stampa per «Studi e problemi di critica testuale».
• [Rec. a] Luca Carlo Rossi, Filigrane dantesche in «Odi, Melisso» di Giacomo Leopardi, in «L’Ellisse. Studi storici di letteratura italiana», 2015, pp. 55-71, in «La rassegna della Letteratura italiana», 2017 (CXXII), p. 468.
• [Rec. a] Simone Invernizzi, Dante, Foscolo, Lombardi e Nidobeato. Il ruolo della Nidobeatina e della Lombardina nella revisione foscoliana dell’Inferno, in «Studi sul Settecento e l’Ottocento», 2015, pp. 125-162, in «La rassegna della Letteratura italiana», 2017 (CXXI), pp. 237-238.
• [Rec. a] Giuseppe Dolei, Il Manzoni di Luigi Russo, in «Strumenti critici», 2014, 2, pp. 303-317, in «La rassegna della Letteratura italiana», 2017 (CXXI), pp. 246-247.
• [Rec. a] Johnny L. Bertolio, Moderne e antiche bestie femminine. Leopardi volgarizzatore della «Satira di Simonide sopra le donne», in «Studi di Filologia italiana», 2013, LXXI, pp. 289-300, in «La rassegna della Letteratura italiana», 2017 (CXXI), pp. 258-259
• [Rec. a] Valorosa vipera gentile. Poesia e letteratura in volgare attorno ai Visconti fra Trecento e primo Quattrocento, a cura di Simone Albonico, Marco Limongelli e Barbara Pagliari. Roma, Viella, 2014, in «Misure critiche», 2015, pp. 173-176