Luca Sanseverino

luca.sanseverino-ssm[at]unina.it

PhD in: TESTI, TRADIZIONI E CULTURE DEL LIBRO. STUDI ITALIANI E ROMANZI
Ciclo: XXXVII

Titolo progetto: Verso una metrica del petrarchismo europeo

  • Scarica il CV

  • Titoli

     

    2015-2018

    Laurea triennale in Culture e letterature del mondo moderno (L-10-Lettere)
    Università degli Studi di Torino
    Tesi di laurea in Stilistica e metrica italiana (SSD L-FIL-LET/12):
    Eugenio Montale traduttore. Analisi metrica e stilistica delle traduzioni dall’inglese
    relatrice: Prof.ssa Raffaella Scarpa; votazione 110/110 e lode

     

    2018-2021

    Laurea magistrale in Letteratura, Filologia e Linguistica italiana (LM-14-Filologia moderna)
    Università degli Studi di Torino
    Tesi di laurea in Stilistica e metrica italiana (SSD L-FIL-LET/12):
    La nascita del verso libero in Italia. Storia, teoria e metodo
    relatrice: Prof.ssa Raffaella Scarpa; votazione 110/110 e lode e Dignità di stampa

     

    2021-in corso

    Dottorato di Ricerca in Testi, tradizioni e culture del libro. Studi italiani e romanzi
    Scuola Superiore Meridionale di Napoli
    Progetto di ricerca (titolo provvisorio): Verso una metrica del petrarchismo europeo

     

     

    Partecipazioni a convegni e conferenze
     

    • relazioni:

     
    Narrations of Origins in World Cultures and the Arts
    Università degli Studi di Torino
    11-14 maggio 2021, online
    «C’è una voce nella mia vita, / che avverto nel punto che muore»: il ritmo come luogo di origine e morte nella poesia di Giovanni Pascoli
     

    • membro di comitati organizzativi:

     
    L’oblio. L’altro volto della memoria
    Università degli Studi di Torino; Scuola di Studi Superiori Ferdinando Rossi
    4 novembre 2021, Circolo dei Lettori

    Partecipazioni a progetti e gruppi di ricerca

    Laboratorio sull’influenza spagnola (1918-1920)
    Progetto di ricerca 2021-2024 finanziato da Remedia – lingua medicina malattia
    Coordinatori: Gabriele Frasca, Raffaella Scarpa

    Il progetto di tesi ambisce a indagare i modi della ricezione metrica di Petrarca e del petrarchismo italiano del Cinquecento nell’Europa coeva, con particolare riguardo alla produzione sonettistica italiana, francese, inglese e spagnola.
    La tesi mira così a esplorare una nuova via entro la quale cogliere i rapporti fra i diversi petrarchismi europei: tentando di predisporre una metodologia di indagine comparativa incentrata sul metro, la ricerca vuole infatti investigare tanto le dinamiche con cui i livelli stilistico-formali delle liriche cinquecentesche reagiscono ai differenti contesti nazionali che li plasmano quanto le modalità con cui determinati assetti e modelli formali del petrarchismo vengono recepiti ed eventualmente esportati da una lingua all’altra.

    A questi propositi fa seguito il desiderio contiguo e parallelo di produrre una ricerca le cui applicazioni non si esauriscano nel singolo contesto della sua elaborazione, mirando invece a porre le condizioni e a fornire gli strumenti per un uso della metrica sempre più aperto a una prospettiva comparativa.